Big Data Ingestion

 

Where is the wisdom we have lost in knowledge? Where is the knowledge we have lost in information? — Dov’è la sapienza che abbiamo perduto in conoscenza? Dov’è la conoscenza che abbiamo perduto in informazione? — Thomas Stearns Eliot

Nella seconda delle considerazioni inattualiSull’utilità e il danno della storia per la vita – Friedrich Nietzsche metteva in guardia l’epoca sua, che per più di un verso è ancora la nostra, dalla paralisi del troppo sapere, da una sterminata erudizione non più organizzabile in alcuna prospettiva, e da una cultura alessandrina senza centro, senza forma e senza forza. Senza oblio non vi è azione, sentenziava il filologo, bisogna decidere, ricondurre la conoscenza ad un orizzonte praticabile del pensare e dell’agire il nuovo. I suoi colleghi filologi gli apparivano i campioni di un sapere accumulativo e disincarnato.

Queste considerazioni sono tutt’altro che inattuali nel mondo della politica. Anch’esso richiede che i fatti e i pensieri siano ricondotti ad una prospettiva, ad un orizzonte abbracciabile. Anch’esso chiede di schierarsi e decidere, e non ha pietà per gli ignavi. La battaglia delle idee è clamorosamente attuale. Nella tradizione della sinistra faceva bella mostra di sè la celebre frase di Marx di cui l’ideologia militante si è andata fregiando Finora i filosofi hanno interpretato il mondo, ora si tratta di cambiarlo. Non si legge qui alcun contenuto unicamente predittivo: in quel cambiare si apre un intero universo pratico e teorico. Il cambiare toccava forme di vita, comportamenti, procedimenti materiali, rappresentazioni, autorappresentazioni, ed una infinità di elementi che ai tempi di Marx non avevano neppure un nome. Quella formula, anche oltre le intenzioni di Marx, non si prestava ad alcuna riduzione. In questo concetto di cambiare il mondo l’epoca ellenistica, erudita e cosmopolita, sincretica ed accumulativa, disimpegnata al limite del servile, tanto disprezzata da Nietzsche, aveva forse più cittadinanza dell’eroica epoca tragica dei greci.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *